Amburgo
Germania, mondo.
Storie tra Italia e Germania
Tedeschi, cultura e tendenze

Natale e Capodanno in Germania

Il Natale é alle porte e, si sa, in nord Europa con il freddo e talvolta la neve, il tutto assume un´atmosfera del tutto particolare, tipica ed avvolgente.

Il Natale in Germania è particolarmente sentito e ricco di tradizioni ed eventi collaterali che precedono i giorni clou del festeggiamento, e che trascinano irrimediabilmente pian piano nel clima natalizio anche i piú bastian contrari delle feste. Le tappe natalizie in Germania sono leggermente diverse e piú ricche di quelle italiane; inoltre, coesistendo Länder protestanti e cattolici all´interno della stessa nazione, le tipicità sono molteplici e variano chiaramente da regione a regione.

Le danze vengono aperte dall´inaugurazione dei celeberrimi mercatini di Natale verso fine novembre (se ne contano piú di 1300 in tutto il Paese). Successivamente, 4 domeniche prima di Natale inizia l´Adventszeit, seguito da St. Nikolaus il 6 dicembre e dalle varie feste comandate il 24, 25, 26 e 31 dicembre, ed il primo gennaio. I festeggiamenti della befana sono, invece, appannaggio dei soli Länder cattolici.

Mercatini di Natale in Germania

Mercatini Natale Germania

© iStockphoto / ThinkStock

Il periodo di Natale in Germania viene aperto, come detto, dai famosissimi mercatini di Natale, che in Germania sono una vera e propria istituzione. Comunemente chiamati Weihnachtsmarkt (appunto, mercatini di Natale) a seconda delle tradizioni locali sono conosciuti anche come Christkindlesmarkt, Adventsmarkt o Glühweinmarkt. Sebbene attraggano milioni di visitatori (85 per la precisione di cui 2 milioni dall´estero) ed attorno al periodo ci sia un business turistico non da poco (2,5 miliardi di € sono stati spesi nel 2012), i mercatini sono attesissimi anche dagli stessi cittadini sia per lo shopping, sia perché i tedeschi non mi sembrano mai sazi quando si tratta di mangiare o bere una birra in compagnia, sia perché le aziende, dopo il lavoro, ci organizzano spesso la cena aziendale natalizia in piena regola.

Di norma ne vengono allestiti diversi in vari punti della cittá, in luoghi assimilabili a piazzette ma anche su qualche strada principale. In genere vi è un gigantesco albero di natale addobbatissimo ed illuminatissimo, e decine di “bancarelle” adibite in casette di legno curatissime nell´illuminazione quanto nei particolari di allestimento e che vendono possibili regali, addobbi di ogni tipo, oggetti manufatti e tutto il possibile della tradizione culinaria locale tedesca, dolciaria e non; in alcuni casi vi sono anche diversi allestimenti di giostre, ruote panoramiche, giochini da luna park e piste di pattinaggio. Elementi immancabili sono poi la musica, la birra e il gluhwein, che dalle nostre parti è conosciuto come vin brulé.

Il periodo di apertura va, in genere, da fine Novembre al 23 dicembre e gli orari variano da mercatino a mercatino, con un piccolo prolungamento di orario nei giorni del weekend.

Con la sua apertura per il 580esimo anno, il mercatino di Natale di Dresda è il piú antico, nonché uno dei piú grandi della Germania e si tiene allo Striezelmarkt, quest´anno dal 27 novembre al 24 dicembre con piú di 250 espositori e dove è possibile assaggiare le seguenti specialità:biscotti natale Germania

  • Pulsnitzer Pfefferkuchen: biscottini di varie forme, ricoperti di cioccolato ed arricchiti nel sapore con cardamomo, noce moscata, cannella, finocchio e scorza di noce moscata.
  • Pfannkuchen: una specie di crepe e noci tostate
  • Pflaumentoffel: ovvero un piccolo ometto commestibile a forma di spazzacamino che porta fortuna.

Il mercatino di Natale di Norimberga, il cosiddetto Christkindlesmarkt, é uno dei piú antichi e sicuramente il piú famoso, ed è aperto dal 28 novembre al 24 dicembre ad Hauptmarkt ed offre ai visitatori centinaia di prodotti manufatti, piccoli goiellini fatti a mano, sculture di tutti i tipi e dimensioni in legno, oltre a tutte le possibili varietá di cibi bavaresi. Ma ai mercatini di Norimberga c´è spazio anche per i piú piccoli: nella Hans-Sachs-Platz (proprio accanto al mercato principale), infatti, è allestito un mercatino parallelo con giostre, trenini, ed oggettistica a tema per i bambini. Ma non finisce qui, per loro vi sono delle bancarelle attrezzate per la preparazione di biscotti e specialitá tipiche, con cui i bimbi possono cimentarsi e dare spazio alla fantasia nella decorazione dei dolciumi. Stessa attenzione dedicata ai bambini, è posta dall´azienda Mallmann che mette a disposizione uno spazio in cui i bambini possono personalizzare nei colori e nelle forme,una candela da portare a casa e da altri espositori che consentono ai piú piccoli di decorare con swarowski una chiave da portare a casa, o dipingere alcuni oggetti in legno. Tra le specialità tipiche da assaggiare c´è la Lebkuchen, mandorle e nocciole di tutti i tipi, ed il celeberrimo Bratwurst bavarese, accompagnato da un panino o in un piatto con crauti ed insalata di patate. Il Christkindlmarkt accoglie mediamente due milioni di visitatori; per questo, si consiglia la visita in giorni lavorativi per evitare la ressa, ed incontrare un ambiente piú tranquillo e piacevole.

Non a sorpresa, il mercatino di natale tedesco piú grande è quello di Monaco, che si tiene a Marienplatz dal 27 novembre al 24 dicembre su una superficie di 25.000mq e conta 160 espositori. Oltre a centinaia idee-regalo tra manufatti in legno, piccola oggettistica decorata ed accessori per l´abbigliamento fatto a mano, vi è una ragguardevole sezione dedicata al cibo, tra cui spiccano:Würst Mercatini Natale

  • Reiberdatschi: un tortino di patate fritto, conosciuto anche come Kartoffelpuffer
  • Käsekrainer: würst di carne di maiale, con aggiunta di formaggio servito con mostarda, ketchup, polvere di curry o rafano.
  • Noci e mandorle tostate in tutte le varianti immaginate possibili al mondo.

L´evento di Monaco é ancora piú ricco grazie al programma musicale che si tiene sul Rathausbalkon, e dove ogni giorno ci sará una esibizione musicale.

Mercatini Natale AmburgoOgni grande cittá ha poi i suoi mercatini sia nelle piazze piú famose che in ogni rientranza di strada dove sia possibile far insediare espositori e cibi vari. Belli e suggestivi sono sicuramente quelli di Francoforte al Römerberg, che ebbi la fortuna di vedere con una leggera neve che scendeva dal cielo; quelli di Amburgo, che ho potuto ammirare il giorno di apertura ma con una fastidiosa pioggerellina (sono fiduciosa per la neve), di Berlino che, oltre a presentare fantastici mercatini nelle zone piú famose e turistiche (Potsdamer Platz, Kufürstendamm, Alexanderplatz) ne ha uno molto grande e particolare al Castello di Charlottenburg, di Dortmund, Colonia, Erfurt, Lipsia, ecc., ma vorrei soffermarmi su qualche cittadina medievale piccola e molto carina, addobbata nei minimi particolari non troppo conosciuta al grande pubblico, ma che vale sicuramente la pena di visitare e sono:

  • Lüneburg (molto vicina ad Amburgo),con le sue casette pittoresche dai tetti spioventi che di inverno mostra delle graziose luminarie natalizie, offre diversi punti della cittá imperdibili senza dimenticare la grande offerta culinaria. I mercatini si tengono a Marktplatz, davanti al Rathaus ed i punti forti dello shopping sono i gioielli di legno, le candele e le lampade di sale.
  •  Bamberg (in Baviera, a nord di Norimberga) il cui mercato ha luogo nella Maximilianplatz ed è praticamente al chiuso perché i rami dell´albero finiscono per riparare la scena. La via dei presepi, poi, è una della particolarità del periodo natalizio.
  • Rothenburg ob der Tauber (sempre in Baviera ma ad ovest di Norimberga), che presenta le antiche pasticcerie e panetterie tedesche, è possibile assaggiare il Glühwein bianco, e si assiste allo spettacolo di un cavaliere venuto da un altro mondo che scende dal cielo, incantando grandi e piccini.

L´Avvento e le sue tradizioni (Adventszeit)

La quarta domenica prima di Natale si apre l´Adventszeit, il periodo dell´avvento con cui i Cristiani si preparano alla nascita di Gesú. In Germania, dopo la prima guerra mondiale, la tradizione vuole che si decori una ghirlanda con quattro candele, la cui composizione (ramoscelli e foglie di abete) rappresenta la forza vitale con cui si protegge la casa dagli spiriti negativi e la sfortuna, mentre le candele sono di colore rosso, a simboleggiare il sangue versato da Cristo. Se ne accende una ogni domenica, cosí l´ultima domenica sono tutte accese.

E´in questo periodo che si approfitta per far visita a parenti ed amici a cui si portano dei bigliettini di auguri di natale, decorati in tantissimi motivi diversi.

Ai bambini, invece, viene regalato l´Adventskalender, un calendario che dura dal primo al 24 dicembre, in cui vi è una finestrina per ogni giorno, che nasconde una piccola sorpresa.

decorazioni mercatini nataleUna parte molto fantasiosa ed artistica del Natale in Germania è rappresentata dalle decorazioni che oltre ad essere ricchissime, sono delle vere e proprie forme d´arte. Non solo addobbi, ghirlande, decorazioni di carta e cartoncini colorati, ma anche illuminazioni di ogni tipo e forma, come ad esempio carrozze di babbo natale, stelle, alberi di natale, angeli e cosí via, sia in monocolore che in colori diversi, e l´usanza tocca tanto le abitazioni private quanto i negozi ed i grandi centri commerciali. Un altro elemento tipico è costituito dalle candele che, specie nel periodo natalizio e con poche ore di luce, donano un´atmosfera magica e quasi fiabesca alle case. Negli ultimi anni, peró, specie chi ha bambini piccoli, preferisce illuminare la casa con luci elettriche piuttosto che con le candele, per motivi di sicurezza.

La zona della Germania deputata per eccellenza alla costruzione di oggettistica decorativa é l´Erzgebirge, che si trova in Sassonia a sud di Chemnitz ed al confine con la Repubblica Ceca e da lí provengono diversi famosi manufatti lavorati in legno (tra cui i presepi), in quanto la regione vanta una lunga tradizione alle spalle in questo campo. Le figure piú famose provenienti dall´Erzgebirge sono:

  • Bergmannfigur: l´uomo che viene dalle montagne con una candela.IMGA0649
  • Nussknacker: lo schiaccianoci, o meglio, un´altra figura di un omino di legno decorato il cui meccanismo che schiaccia le noci è posto nella bocca, mentre le braccia fungono da maniglie della pinza con cui schiacciare la noce.
  • Reifendrehen: delle figurine in legno che possono essere animali, casette altre piccole figure
  • Spieldose: da noi conosciuti come carrilon.
  • Weihnachtspyramiden: piramidi di natale, delle costruzioni di forma piramidale su piú livelli, che possono raggiungere anche delle altezze ragguardevoli considerando che si tratta di oggettistica decorativa.
  • Schwibbogen: delle specie di casette di legno che possono prendere diverse forme e decorazioni

Fra le tipicitá tedesche del periodo natalizio, vi é poi lo “Julklapp“: ci si riunisce tra amici o colleghi o compagni di scuola, si inseriscono i nomi dei partecipanti in una busta e si estrae a sorte. Ogni partecipante dovrá fare il regalo alla persona che gli è capitata in sorte, poco importa se la si conosce bene oppure no.

Dolci natalizi tedeschi

Il Natale in Germania non sarebbe cosí bello, sentito e gustoso, senza le tipiche specialità dolciarie che il Paese propone. I mercatini, i supermercati, i piccoli negozietti tipici offrono una quantitá ed una varietá di dolci infinita: uscirne indenni è praticamente impossibile!

Sebbene ogni regione abbia le sue specialità, i dolci natalizi tedeschi diffusi a livello nazionale sono:

Lebkuchen dolce mercatini natale

  • Lebkuchen: biscottini speziati, spesso ricoperti di cioccolata ed all´interno arricchiti con frutta secca, canditi, miele, marzapane, cannella, zenzero, noce moscata ed altre spezie con cui dare spazio alla fantasia.
  • Baumkuchen: letteralmente la torta ad albero, fatta di diversi strati di pasta ricoperti da una glassa cioccolatosa.
  • Spekulatius: dei biscottini favolosi provenienti dal Belgio e dall´Olanda in tre diverse varianti: arricchiti con cannella e cardamomo; fatti con farina di mandorle; o al burro. In alcuni casi hanno anche un´aggiunta di cioccolato da un lato. Quelli al burro con copertura di cioccolato sono veramente spettacolari.
  • Christstollen: è un dolce natalizio tedesco originario della Sassonia ma diffuso su tutto il territorio con delle variazioni regionali, ed è un piccolo equivalente (in senso lato) del nostro panettone. É una pasta fatta lievitare abbastanza, con abbondante aggiunta di burro, latte,  e ripiena di canditi, frutta secca, cedro di arancio ed insaporita con cannella e cardamomo.

Canzoni e fiabe natalizie tedesche

Fra le canzoni natalizie tedesche di Natale spicca la piú famosa “O Tannenbaum”, dedicata all´albero di Natale, che ho personalmente incontrato la prima volta durante un corso di tedesco. Nel clima natalizio pre-festivo, gli insegnanti ci tennero a far rientrare nel programma didattico il fatto che cantassimo (con risultati assolutamente discutibili) questa canzone. Altre melodie natalizie tedesche tipiche sono: “Schneeflöckchen, Weißröckchen” dedicata ai fiocchi di neve, “Fröhliche Weihnacht überallche è quasi considerata una canzone antistress e contro il cattivo umore, e “Stille Nacht, heilige Nacht” famosissima versione tedesca della piú nota melodia inglese (Silent night, holy night) che siamo soliti ascoltare in qualsiasi film di Natale.

C´è invece anche una fiaba natalizia che si racconta ai bambini e che ho trovato carina e veritiera sul significato del Natale, e riguarda degli animaletti che discutono su quale sia la cosa piú importante a Natale.

La volpe pensa che la cosa piú importante sia il tacchino arrosto, cos´altro se no? Ma il coniglietto bianco risponde che invece è la neve, tanta neve. Il cerbiatto dice che ha bisogno di un albero di Natale, del Tannenbaum, altrimenti non si puó festeggiare il Natale. Il cerbiatto è d´accordo, ma non devono esserci cosí tante candele, perché è l´atmosfera che fa il Natale. Il gallo sentenzia che ha bisogno di un vestito nuovo, altrimenti per lui non è Natale. “E gioielli” puntualizza la gazza, perché lei, ad ogni Natale, riceve o un anello, o un braccialetto o una collana, queste sono le cose piú belle di Natale. Ma l´orso dice di non dimenticarsi del Kletzenbrot (dolce natalizio), “questa è la cosa piú importante, senza i dolci non é Natale”. Per il merlo invece è la musica l´elemento immancabile. Per il tasso è dormire, dormire e ancora dormire, lui aspetta il Natale per riposarsi alla grande. “E bere” aggiunge il bue, prima bere e poi dormire a lungo. Ma l´asino gli dá un calcio e gli dice: “e non pensi al bambin Gesú?”, ed il bue: “sí bambin Gesú, questa è la cosa piú importante!”. A questo punto l´asino chiede: “A proposito, se ne ricorderanno anche gli uomini?”.

Il giorno di San Nicola

Una delle tappe piú importanti del periodo dell´avvento in Germania è il giorno di Nikolaus, che si festeggia il 6 dicembre, in quanto giorno della morte del Vescovo Nicola da Myra avvenuta nell´Asia Minore nel 342 e sulla cui persona ruotano diverse leggende.

Nel 17esimo secolo nacque la tradizione secondo cui Nikolaus entrava nelle case a visitare i bimbi e questi dovevano recitare preghiere e testi della Bibbia e per ricevere dolci e piccoli doni. Successivamente Nikolaus è stato affiancato da Knecht Ruprecht, che porta con sé una bacchetta ed ed oggi rappresenta “il cattivo” della tradizione.

La sera del 5 dicembre, i bambini appendono le calze appena lavate alla porta e aspettano che Nikolaus porti loro dolci, frutti e regalini con cui riempire la calza, ma se hanno fatto i cattivi, sará il temibile Knecht Ruprecht a far loro visita e punirli: non porterà regali dolci, bensí senape. In alcune famiglie arriva Nikolaus in persona, con una barba molto lunga e bianca ed un libro d´oro con cui poter leggere delle fiabe ai bambini e distribuisce loro dei piccoli doni ed i bambini gli cantano una canzone adatta all´occasione „Laßt uns froh und Munter sein…“ (Facci restare felici e vivaci). Gli adulti, invece, in genere si regalano un Nikolaus di cioccolata.

 Il Natale in Germania

Veniamo adesso ai giorni del festeggiamento vero e proprio che, a dir la verità mi hanno lasciata un po´ sconcertata sulla parte riguardante il cibo.

La mattina del 24 dicembre si decora l´albero; dato che la madre sará intenta a cucinare, a ció sono preposti i bambini e il padre e la fantasia qui non conosce limiti, anche grazie all´enorme quantitá offerta dai negozi tedeschi che propongono oggetti decorativi di ogni genere: oltre alle tradizionali palline, vengono apposte candele, cioccolatini, cartoncini decorati, e qualsiasi altra cosa venga in mente di comprare.

tannenbaum europa passage

Pare che la tradizione dell´albero di Natale sia stata esportata dagli stessi emigranti tedeschi in USA dove, grazie a loro, nel 1891 è stato avvistato per la prima volta l´albero di Natale davanti alla Casa Bianca di Washington.

La cena avviene verso le 6 o 7 di sera, dura una o due ore al massimo e si mangia insalata di patate e würstchen (!!!), insalata di pollo, a volte pesce, ma il pesce si mangia di piú in Baviera al 24 dicembre, o si fa una Raclette con vari cibi e, come tutto ció che riguarda il Natale, non è per nulla dietetico. A seguire, ovviamente, c´è l´apertura dei regali.

Sul 25, invece, pare che non ci sia una vera e propria tradizione e che il festeggiamento sia un po´casuale, puó avvenire tanto la mattina quanto a pranzo o a cena ed il cibo consiste sempre in arrosti vari e pollo.

 

Capodanno in Germania

Il Capodanno in Germania scorre in modo abbastanza semplice, si cena con gli amici, si decora la casa con stelle filanti, si mangia e si gioca a “Bleigießen”: si mettono dei pezzetti di piombo in un cucchiaio e si fanno cuocere su una candela finché non sono quasi sciolti e vengono messi in una ciotola con acqua fredda. A secondo della forma e della consistenza che assume si fanno delle previsioni sul futuro anno della persona indicata. Al principio viene stilata una lista con le varie possibili forme e l´evento ad esse associato (ad esempio: forma di cuore: nuovo amore, forma di libro: successo nello studio, forma di soldi: nuovo lavoro o avvenimento redditizio e cosí via), e tutto sta alla libera interpretazione dei partecipanti associare la forma assunta dal piombo, con una forma plausibile contenuta nella lista.

Fra i dolci tedeschi tipici di capodanno troviamo:

  • BerlinerIl Berliner: quella che noi chiamiamo “bomba” preparata con uovo e zucchero e ripiena di marmellata. In modo scherzoso la si puó farcire di senape per qualche amico che stará allo scherzo.
  • Mutzenmandeln: delle specie di graffette (senza buco) a forma di moneta o un po´ allungata, alla mandorla. Possono essere dure o leggermente piú soffici.
  • Marzipanschwein: Porcellino di marzapane, che oltre a venir mangiato, porta anche fortuna.

A mezzanotte si esce con gli amici, si guardano i fuochi o si accendono per strada e dopo si va o in qualche discoteca o a casa di qualcuno per un party privato. Purtroppo anche in Germania, a causa dei fuochi, ogni tanto muore qualcuno, ci sono diversi feriti, ed in molti perdono le dita o si feriscono gravemente le mani.

Colorful Eurovision-2012 Fireworks

© iStockphoto / ThinkStock

Monday 01 December 2014 ore 17:38

Non � possibile aggiungere un commento